la knowledge di Cerved su imprese, credito e data innovation

maggio 2020

L’impatto del Covid-19 sui settori: il Cerved Industry Forecast (Reloaded)

Le previsioni aggiornate di Cerved stimano per il prossimo biennio 671 miliardi di euro di fatturati persi a causa dell’emergenza Covid-19. Impatti molto diversificati tra i settori: cinema, trasporti e turismo i settori più colpiti, in rapida crescita l’e-commerce

Imprese e mercati previsioni settoriali
Automotive
aprile 2020

Gli impatti del COVID-19 sulla filiera automotive

In base alle previsioni la filiera automotive potrebbe essere gravemente colpita dalle conseguenze del Coronavirus. A seconda della durata dell’epidemia, le imprese della filiera potrebbero perdere tra i 32 e gli 86 miliardi di fatturato nel biennio 2020-21, con impatti molto significativi per Piemonte, Lombardia e Lazio.

COVID-19
marzo 2020

Gli impatti del COVID-19 sulla filiera turismo e trasporti

In base alle previsioni la filiera turismo e trasporti potrebbe essere il comparto più colpito dal Coronavirus. A seconda della durata dell’epidemia, le imprese della filiera potrebbero perdere tra i 29 e i 64 miliardi di fatturato nel 2020-21, con impatti molto diversificati a livello regionale.

COVID-19
marzo 2020

Gli impatti del COVID-19 sui ricavi delle imprese italiane

Le imprese italiane potrebbero perdere tra i 270 e i 650 miliardi di fatturato nel 2020-21, in base alla durata dell’epidemia, con impatti molto diversificati tra i settori. Strutture ricettive e automotive i settori più colpiti

fallimenti
marzo 2020

Fiammata dei fallimenti nella seconda metà dell’anno

Le chiusure d'impresa nel 2019 rimangono sui livelli dell'anno precedente, ma nel terzo e nel quarto trimestre crescono i fallimenti con incrementi nell'industria e nei servizi

coronavirus
marzo 2020

Coronavirus: fino al 10% delle aziende in default

Un’azienda su dieci fallita nel caso in cui l’emergenza Coronavirus non si arrestasse entro l’anno e con misure che di fatto fermano l’economia delle aree più produttive del paese. È questo il grido d’allarme che emerge dallo studio di Cerved Rating Agency “Impact of the Coronavirus on the Italian non-financial corporates”, agenzia di rating leader in Europa

PMI Piemontesi
febbraio 2020

Rapporto PMI Piemonte: nel 2018 la ripresa perde slancio e la redditività si riduce

Le quasi 11 mila imprese piemontesi analizzate nel Rapporto PMI Piemonte 2020 hanno fatto registrare nel 2018 risultati meno brillanti rispetto al 2017. Nonostante questo, i dati della prima metà del 2019 rallentano ma non modificano, per il momento, il percorso di graduale riallineamento alla situazione pre crisi.

quote rosa
febbraio 2020

Quote rosa? Non bastano

Il rapporto di Cerved e Fondazione Bellisario fotografa la presenza femminile negli organi amministrativi e di controllo delle società italiane. Le quote rosa hanno aumentato la rappresentanza femminile ai vertici delle aziende toccate direttamente dalla disciplina senza tuttavia generare ‘effetti a cascata’ sul resto delle imprese e sulle condizioni delle lavoratrici

sostenibilità
febbraio 2020

Tassonomia EU: la mappa della transizione ambientale

Le nuove regole EU sulla finanza sostenibile richiederanno significativi investimenti per la riconversione industriale, con impatti particolarmente consistenti in alcuni distretti locali

OCRI
febbraio 2020

Segnalazioni agli OCRI: le stime di Cerved e del CNDCEC

Circa 4 mila segnalazioni per le società con organo di controllo. In ritardo le nomine di sindaci e revisori, soprattutto nel Sud e tra le piccole Srl

previsioni
gennaio 2020

ROE delle PMI previsto in calo nel 2020

Le dinamiche congiunturali si riflettono sullo scenario economico delle PMI con fatturato e valore aggiunto previsti in rallentamento e redditività netta in calo

solidità finanziaria
gennaio 2020

Da PMI solide e solvibili un potenziale di oltre 130 miliardi

Negli anni della crisi la stretta creditizia ha contenuto i livelli di indebitamento delle PMI italiane con un maggiore ricorso a risorse generate internamente e al capitale proprio. Il miglioramento complessivo del profilo di rischio delle PMI offre nuovi margini di indebitamento aggiuntivo. Sono 67 mila le PMI solide o solvibili che possono finanziare nuovi investimenti in condizioni di equilibrio economico finanziario

flusso dei fondi
gennaio 2020

PMI prudenti nelle loro scelte di investimento

Oggi le PMI, rispetto al periodo pre crisi, preferiscono ricorrere a disponibilità interne per finanziare i loro investimenti produttivi accumulando riserve di liquidità

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi tutti gli aggiornamenti, non ti perderai neanche un articolo!

Iscriviti